You must have Javascript enabled to use this form.

Ex frequentazione

Salve,

Stanotte ho sognato di trovarmi in una casa sconosciuta con uno dei miei precedenti ex che ho frequentato per poco tempo ( premetto che la relazione con questa persona è stata alquanto particolare... lui più grande di me di 9 anni... io allora avevo 25 anni e lui 34 anni... ci siamo conosciuti su internet... io mi ero appena lasciata con il mio ex storico dopo 11 anni e  in quel periodo facevo cose che non avevo mai fatto prima... incontravo persone conosciute su internet... prendevo treni per conoscerle senza paura dei rischi che correvo... e tra le varie conoscenze c'è stato lui che già dal primo incontro era molto strano... diceva e faceva cose strane tanto che continuando la frequentazione scoprii poi che era un "bipolare" ed era sottocura... nonostante ciò, non so perchè, ho continuato la frequentazione...mi attirava la sua personalità misteriosa e poi c'era una forte attrazione fisica tra di noi... però al tempo stesso sentivo dentro di me che non era la situazione sentimentale giusta per me... non mi sentivo in grado di accollarmi una situazione del genere... e poi lui era molto infedele... continuava a mantenere i rapporti con la sua ex - che io definisco stalker, perchè mi ha tediato in tutti i modi possibili ed immaginabili pur di mettersi in mezzo e riprenderselo- rapporto a mio parere "patologico" sia da parte di lei che di lui... ma nello stesso tempo scoprii che aveva anche relazioni extra-clandestine...e tutta questa situazione non l'ho retta più tanto da farmi decidere , a fatica, di distaccarmi... anche se non è stata immediata la cosa, perchè a volte continuavo a vedermi con lui, ne sentivo la mancanza soprattutto per la forte attrazione che provavo nei suoi confronti...nonostante io abbia poi deciso definitivamente di chiudere la storia con lui, lui, per diverso tempo, fino ad un mese fa, ha continuato a cercarmi... non ho mai risposto alle sue telefonate fino ad un mese fa, dove gli ho precisato che non ha senso sentirsi perchè con lui non ho nessun tipo di rapporto, anche se lui continuava a ripetermi che voleva sapere solo come stavo...). Ritornando al sogno mi trovavo, come dicevo, in una casa sconosciuta con lui... stranamente eravamo sul pavimento quasi sotto al tavolo vicino al mobile della tv... ricordo che la casa era moderna, il mobile della tv bianco lucido ed il tavolo sul verde acqua con il piano in vetro e la tovaglia di plastica sopra...non eravamo solo noi due in casa c'era anche una signora giovane sconosciuta che non riuscivo a vedere in viso, perchè era di spalle... ricordo solo che aveva i capelli neri lunghi legati con la coda una maglia di lana bianca con sotto una nera di cotone a collo alto e pantaloni scuri... si trovava di fronte al como' posizionato a destra della porta d'ingresso ( guardando da dove mi trovavo io) ed era indaffarata e contretata su quello che devova prendere dal como ( ma non ricordo di cosa si trattasse)... nel frattempo io mi trovavo sul pavimento con lui... lui in ginocchio, io distesa sul lato destro con la testa rivolta indietro verso sinistra , ossia verso quella giovane donna che si trovava di fronte al comò ... la osservavo e cercavo di capire cosa stesse facendo e nello stesso tempo mi chiedevo come mai non si fosse accorta della nostra presenza... io e lui eravamo entrambi vestiti ( ma non ricordo bene come ) e ad un certo punto lui tira fuori dalla cerniera il suo organo maschile chiedendomi di avere un rapporto anale... io acconsento e dalla posizione in cui mi trovavo, ossia distesa sul lato destro, mi metto in ginocchio, di spalle a lui, e poi piegata in avanti, abbassandomi i pantaloni ( ricordo solo che indossavo dei pantaloni )... durante il rapporto io provo un forte piacere ma nello stesso tempo dentro di me provo una forte angoscia e riluttanza perchè sento di non volerlo... nonostante stessi facendo altro, più di una volta mi voltavo indietro a guardare incuriosita cosa stesse facendo quella giovane donna, chiedendomi tra me e me con grande stupore come mai non si stesse accorgendo di noi e di quello che stavamo facendo... ad un certo punto per il forte piacere chiedo a lui, ansimando, di venirmi dentro violentemente... lui a quel punto sentendomi parlare in quel modo si eccita talmente tanto che mi viene dentro... in quel preciso istante sento tutto il suo sperma dentro e ne sento talmente tanto che entro in panico perchè, nonostante avessi provato una forte attrazione fisica nei suoi confronti e piacere nell'avere rapporti con lui, in realtà sentivo di non volerlo e avevo paura che, essendomi venuto dentro in quel modo, potesse essere successo qualcosa ( avermi messo incinta) ed ero terrorizzata al solo pensiero che potesse succedere una cosa simile, perchè dentro di me non mi sentivo pronta ad avere un figlio in quel momento ben che meno con lui che sapevo di non volerci stare insieme... subito dopo mi ritrovo in macchina con lui ( non ricordo come era la macchina)... lui alla guida, io di fianco a lui... ricordo che lui indossava una tuta ( una felpa a maniche lunghe colorata con la zip aperta e una maglia di cotone bianca sotto )... ricordo inoltre che stavamo percorrendo una strada che io percorro abitualmente per andare da casa mia verso il centro... lui mi parlava con aria apparentemente dolce ( parlva con modi affettuosi ma falsi nello stesso tempo, come se mi volesse sedurre e convincere)... ricordo che mentre guidava contorceva la testa verso di me, guardandomi con occhi languidi come i gatti quando fanno le fusa e continuava sempre a dire la stessa cosa " dai mettiamoci insieme" ...in quel momento provavo disgusto- per i suoi atteggiamenti da viscido- e fastidio- perchè insisteva su una cosa che già sapeva che non volevo...subito dopo mi ritrovo in un altro sogno, questa volta sono nei pressi di casa mia, precisamente sul viale di fronte casa... ricordo che sul lato sinistro di questo viale ( lato sinistro se guardo il viale dando le spalle a casa mia)  c'era un camper piccolissimo monopersona bianco parcheggiato vicino al marciapiedi in mezzo ad altre macchine... e la cosa assurda è che dopo aver visto questo camper sul lato sinistro ne vedo un altro lungo il marciapiedi di fronte sul lato destro ( lato destro sempre rispetto a dove guardavo io, cioè dando le spalle a casa mia) vicino alla fermata delle circolari... era bianco come l'altro camper, solo che rispetto a questo, era molto più grande e dentro... e mentre in quello più piccolo non c'era nessuno... nell'altro più grande c'era il mio vicino di casa (che abita al primo piano della mia stessa palazzina ) seduto alla guida del camper con la mano destra sul volante e il braccio sinistro fuori dal finestrino... guardavo dalla mia parte... ad un tratto scende di casa il figlio adottivo ( uomo sulla quarantina, pregiudicato, con problemi di droga, figlia avuta da una donna che è scomparsa dalla circolazione e che crescono i nonni, ossia il signore del camper e la moglie) e si dirige verso il padre con una camminata strana e la faccia addormentata tipica dei drogati in crisi di astinenza... anche l'abbigliamento era molto inquietante ( giacca di pelle nera da motociclista con la cerniera aperta, una maglia di cotone bianca sotto, un jeans blue e degli scarponi neri a stivaletto come quelle dei motociclisti)... appena si avvicina al padre, quest'ultimo inizia a gesticolare e ad urlare al figlio con modi aggressivi e cafoni " che cazzo vuoi?" e il figlio con parole disconnesse gli risponde " dammi i soldi, muoviti, brutto bastardo di merda!"... il padre continua a controbattere " ancora soldi vuoi?! ma come devo fare con te che sei un dissanguamento continuo?!"  e il figlio " muoviti dammeli" ( da premettere che nella realtà ci sono sempre state queste dinamiche tra loro due... i loro rapporti sono sempre stati impostati sulla mancanza di rispetto, sull'aggressività, sulla mancanza di sentimenti positivi)... io per tutto il tempo li guardavo incuriosita- nel tentativo di capire cosa stesse succedendo tra di loro- ma nello stesso tempo ero inorridita dai loro comportamenti...  

L'ultima interpretazione

Oniromante: Morpheus

Cara marymi,
nonostante la preoccupazione e il turbamento provocati dal sogno, l'elaborazione onirica  ha decisamente un lieto fine con il ritorno della mamma creduta morta.

I sogni dei bambini spesso attraverso immagini forti...

Leggi tutto

Cosa aspetti?

registrati GRATIS
e comincia a scrivere
il tuo...

DIARIO DEI SOGNI