You must have Javascript enabled to use this form.

Tipo di sogno: Verosimile

Doccia

Ero in un bagno pubblico, con bellissime rifiniture in mosaico, c'era il verde smeraldo il grigio scuro e l'azzurro, una volta usciti dalla doccia potevi scorgere la luce del sole che nel sogno era forte, quasi fosse estate,ma non c'era afa.

io ero dentro ad una delle tante docce messe a disposizione,l'acqua scorreva ed era ad una temperatura a me gradita,e davanti a me una porta fatta di un vetro patinato,si pptevano vedere le sagome delle persone che vi passavano davanti,i colori dei loro accappatoi o ascougamani,ma non potevi vedere l'esatto aspetto...

Vecchia amica ed anchorman

Sono con P.M. in un negozio di gioielli. E' il suo, apero da poco in centro città. Mi chiedo come mai lei, che è una psichiatra, abbia abbandonato la professione e mi rispondo che evidentemente ha fallito nel suo campo. Mi dice che deve cambiare duecento dollari, ma non ha una banca (ha conto online), quindi non sa dove andare. Io mi offro per fargli il cambio nella mia banca e anzi le dico che se vuole possiamo andare insieme. I dollari che mi dà mi sembrano strani, forse falsi, ma non le dico nulla di tutto ciò.

Animali marini

Vado a casa di un mio ex compagno di liceo, il cui padre faceva il medico condotto. E'' una bellissima casa, grande, su più piani, con un grande parco. Dalle vetrate si vede un lungo viale che finisce in un lago, chiedo alla mdare quanto è lungo, dicendole che secondo me è almeno un chilometro. In fondo il lago in realtà sembrano delle paludi. Nel lago vedo il padre del mio compagno, molto grasso, che si butta e nuota. Ci sono parecchi animali marini neri, riconosco una foca, ed un altro che mi sembra il mostro di LochNess.

Posti vuoti e cane

Buongiorno

Gli errori del passato

Sono in metropolitana a Milano con dei colleghi e S. Dobbiamo decidere quale linea prendere e fanno decidere a me. Però sbaglio ( la linea è giusta, ma ho preso un treno che prende la biforcazione sbagliata) ed arriviamo in un posto che non conosciamo. Fuori dalla stazione si vede una grande piazza tutta illuminata. Io mi sento agitato mentre gli altri paiono tranquilli, e dico che dovremmo tornare indietro.

Poi mio padre mi rimprovera perchè ho fatto tardi, ma io mi giustifico dicendo che gli altri non mi sono stati di aiuto.

Pagine

Subscribe to RSS - Verosimile

L'ultima interpretazione

Oniromante: Morpheus

Cara marymi,
nonostante la preoccupazione e il turbamento provocati dal sogno, l'elaborazione onirica  ha decisamente un lieto fine con il ritorno della mamma creduta morta.

I sogni dei bambini spesso attraverso immagini forti...

Leggi tutto

Cosa aspetti?

registrati GRATIS
e comincia a scrivere
il tuo...

DIARIO DEI SOGNI